Cristina Lazzati

Cristina Lazzati, direttore del settimanale GDO Week e New Business Media del Gruppo 24 ORE, parla dei fattori strategici per il settore del vino nella Grande Distribuzione.

«Da qualche anno, l’enoteca ha un posto di assoluto rilievo nella GDO, anche perché è un luogo di attrazione per i consumatori, supportata dal design, soprattutto se abbinata ad uno spazio degustazione o ristorazione»: Cristina Lazzati registra una crescita dell’importanza dei vini nella GDO ma, insieme a questa, anche il bisogno da parte dei consumatori di essere più informati e guidati nell’acquisto: «La crisi ha inciso molto sull’offerta dei vini, oggi ibridata da mille promozioni che in certi casi hanno reso il consumatore più dubbioso e bisognoso di spiegazioni».

La soluzione ideale per conquistare il pubblico è: «Raccontare storie che possano intrigare il consumatore, dargli argomenti di discussione con gli amici ma anche educarlo ad apprezzare la qualità e le specificità di ogni singolo vino, al di là delle differenze di prezzo».

Ulteriore fattore utile alla buona valorizzazione del vino nella GDO è: «Il lavoro di squadra tra produttore e rivenditore: il primo sa la storia, il secondo deve trovare le parole per raccontarla e le tecniche giuste per un’esposizione che valorizzi al meglio un prodotto che fa parte del nostro made in Italy».