Christian Eder, Carsten Henn

Intervistati in occasione della premiazione della comunicazione del Consorzio al ProWein 2014, Cristian Eder e Carsten Henn di “Vinum”, l’autorevole wine-magazine in lingua tedesca che ha assegnato il prestigioso riconoscimento, parlano delle qualità che danno appeal ai vini abruzzesi sul mercato tedesco.

«Avete realizzato una bella campagna di comunicazione sul mercato tedesco, una campagna che rappresenta il nucleo della vostra produzione: la varietà, con il Montepulciano d’Abruzzo e i tutti i bianchi di grande livello, a partire dal Trebbiano d’Abruzzo, che apprezzo molto perché strutturato ma elegante e longevo».

Così Christian Eder, corrispondente Vinum per l’Italia, spiega le motivazioni che hanno portato alla consegna della “menzione Vinum”, e sottolinea: «L’Abruzzo ha una produzione enoica molto variegata, con vini di varietà autoctone, capaci di esprimere il terroir, nati in una zona unica della viticoltura italiana».

Secondo Carsten Henn, del comitato redazionale di Vinum: «I vini d’Abruzzo hanno qualcosa di speciale, che non ha nessun altro tipo di vino, né proveniente dall’Italia né da qualsiasi altro luogo al mondo. Pur essendo in un paese dall’antica tradizione vinicola come l’Italia, l’Abruzzo è una regione ancora tutta da scoprire: i tedeschi conoscono il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo ma non la grande varietà dei vini abruzzesi, che invece merita di essere scoperta ed esplorata».

E conclude: «I bianchi e i rosati, in particolare, hanno un gusto fruttato e speziato insieme: una combinazione speciale, che assicura grande bevibilità, e invoglia i consumatori a desiderarne sempre un secondo bicchiere, e questo è ciò che il pubblico tedesco vuole»